Salta al contenuto principale

BRUNELLO DI MONTALCINO ALTESINO MONTOSOLI 1998

registrati per vedere il prezzo
Codice: 00000435
Categoria: Rossi italiani
Disponibilità:

1

Contenuto:
0,75 lt.
Confezione:
1
Località: Italia-Toscana
Tra le colline orientali di Montalcino sorge l’austera struttura del quattrocentesco Palazzo Altesi, edificato dalla famiglia toscana Tricerchi il cui stemma in marmo bianco è ancora ben visibile incastonato sopra l’antico portale in legno di quercia.
L’Altesino è di proprietà dal 2002 della Sig.ra Elisabetta Gnudi Angelini ed il settore tecnico e produttivo si avvale della collaborazione degli enologi Pietro Rivella e Paolo Caciorgna.
L’azienda è un' antesignana delle varie ed importanti innovazioni strutturali che hanno interessato il Brunello di Montalcino da trent’anni a questa parte.
Già nel 1979 la barrique francese si affacciava a questo territorio grazie ad Altesino.
L’introduzione del concetto di Cru (Montosoli) è stato il primo nel territorio Montalcinese nel 1975.
I primi Futures, cioè la vendita in anteprima del Brunello, sono stati stampati per il Brunello Altesino del 1985.
Infine nel 1977 è stata pensata e realizzata dall'Altesino, insieme al maestro distillatore Gioacchino Nannoni, la prima Grappa di Fattoria.
L'Altesino si estende nel territorio di Montalcino su una superficie di circa 80 ettari.
I vigneti consistono in 42,5 ettari, suddivisi nei crus Altesino, Macina, Castelnuovo dell’Abate, Pianezzine e Montosoli (quest'ultimo da sempre famoso per la produzione di vini di estrema eleganza).
Oltre al Sangiovese di Montalcino, che costituisce la maggior parte degli impianti, si producono Cabernet Sauvignon e Merlot, il Trebbiano e la Malvasia per la produzione del Vin Santo, il Vermentino, lo Chardonnay ed il Viognier.
Nelle storiche mura di Palazzo Altesi sono ricavate parte delle suggestive cantine, mentre a ridosso dei vigneti, sfruttando un dislivello naturale, sono state edificate le moderne e funzionali strutture dove avvengono le operazioni di fermentazione, affinamento e imbottigliamento.

BRUNELLO DI MONTALCINO ALTESINO D.O.C.G. MONTOSOLI 1998

La spinta propulsiva che questa azienda ha donato al Brunello si rivela anche dall’introduzione del concetto di Cru.
Montosoli è infatti un vigneto di circa 5 ettari nella zona nord est di Montalcino ad un’altitudine che oscilla tra i 350 e i 400 metri, le cui uve sono state vinificate separatamente per la prima volta con la vendemmia 1975.
La composizione del terreno (calcari marnosi e calcari silicei riferibili all’Alberese con componenti litoidi dello stesso periodo), la felice esposizione ed il particolare microclima, contribuiscono alla maturazione di uve che producono un vino di estrema complessità ed eleganza.
Il Brunello Montosoli si presenta con un colore rosso rubino intenso che sfuma nel granato con l’invecchiamento.
Al naso denota una eccezionale personalità con note di amarena, mora, lampone, viola, liquirizia, vaniglia e lievi accenni di pepe rosa.
Al palato rivela un sapore asciutto, caldo, vellutato, una ricca stoffa e una nobile razza.
Il finale è caldo e lungamente suadente.
L’Altesino per il suo Cru Montosoli ha ottenuto un importante riconoscimento internazionale quando Wine Spectator lo ha definito il secondo vigneto più rappresentativo della realtà Italiana.
Il Brunello Montosoli è stato realizzato nelle seguenti annate: 1975 – 1985 – 1986 – 1988 - 1990 – 1993 – 1995 – 1997 – 1998 – 1999 – 2001 – 2003 – 2004 – 2005 – 2006 - 2007 e 2008.