Salta al contenuto principale

GRECO DI TUFO VITIS AMINEA DOCG 2020 CANTINE DEGLI ASTRONI

registrati per vedere il prezzo
Codice: 00000653
Disponibilità:

6

Contenuto:
0,75 lt.
Confezione:
Bottiglia
Località: Italia-Campania
Cantine Astroni nasce nel cuore dei Campi Flegrei L’azienda si erige sulle pendici esterne del cratere degli Astroni, tra Napoli e Pozzuoli, un tempo riserva di caccia Borbonica ed oggi oasi naturale WWF Italia. In questo angolo di terra unica baciata dal mare, animata dal fuoco vulcanico e abbracciata dal mito, Cantine Astroni si è impegnata nella salvaguardia, valorizzazione e promozione del grande patrimonio enoico tramandato dagli avi. Grazie ad un viscerale rapporto con la terra e al supporto delle principali innovazioni enologiche, l’azienda produce vini che sono in grado di raccontare ad ogni calice il territorio da cui hanno origine. L’attenzione è concentrata principalmente sui vitigni autoctoni pre fillosserici (a piede franco): Falanghina e Piedirosso dei Campi Flegrei. Oggi l’impegno di Cantine Astroni è sempre più indirizzato a diffondere e valorizzare il lavoro, la tradizione e la cultura dei prodotti della terra e dell’uomo. Da alcuni anni, l’azienda ha inoltre avviato un progetto di promozione del territorio attraverso l’arte, la comunicazione e l’educazione. Cantine Astroni, oggi, non è solo arte di produrre vino, ma anche cultura ed ospitalità. Percorsi didattici, visite e degustazioni guidate, eventi enogastronomici, mostre e lezioni tematiche di approfondimento sono solo alcune delle attività promosse e realizzate presso le Cantine e costituiscono parte integrante dell'offerta enoturistica e culturale.

GRECO DI TUFO VITIS AMINEA DOCG 2020 CANTINE DEGLI ASTRONI

Vino dalla tipicità ineguagliabile, prodotto in un’area molto limitata, particolarmente vocata alla viticoltura, in provincia di Avellino.
Pare che l’origine del vitigno Greco sia da ricercare nel gruppo delle Aminee, viti greche importate in Italia in età precristiana.
Catone, Virgilio e Columella hanno scritto di questa varietà e del suo prezioso vino che rappresenta una delle massime espressioni della tradizione vinicola nazionale.
Il compianto Luigi Veronelli lo definì “Il Rosso dei Bianchi”.
Vino limpido e consistente, dal colore giallo paglierino intenso con riflessi dorati.
Il naso, complesso e intenso, è caratterizzato da note minerali, fruttate e floreali tra le quali riconosciamo albicocca, pera Williams, noci e nocciole; zagara, anice e miele.
Pieno e rotondo al palato, di grande corpo ed eleganza e di buona struttura.
Eccellente il finale, sapido, fruttato e persistente.