Salta al contenuto principale

BISQUIT COGNAC *** E. GIACCONE COLLECTION

registrati per vedere il prezzo
Codice: 00000321
Categoria: Cognac
Disponibilità:

1

Contenuto:
0,50 lt.
Confezione:
1
Località: Francia-Cognac
La Maison Bisquit venne fondata nel 1819 da Alexandre Bisquit, importante personaggio a Jarnac, fortemente convinto delle sue idee repubblicane, già sindaco dal 1848 al 1851.
Agli esordi la distilleria si chiamava Bisquit et Tricoche.
Il nome definitivo, Bisquit Dubouchè & Cie, lo acquisì solamente qualche anno dopo, successivamente alla separazione dal socio.
Adrien Dubouché, morto nel 1881, socio di Bisquit, fu famoso ceramista; a lui si deve la fondazione del museo della ceramica di Limoges.
Nel 1865, Maurice Laporte (1842-1908) fa il suo ingresso nella Maison sposando Solange, figlia di Adrien Dubouché; aggiunse Bisquit al suo cognome.
Nella sua carriera culminò al ruolo di Sindaco di Jarnac per più di 18 anni e senatore per nove.
La Famiglia Laporte–Bisquit segnò profondamente la storia della città di Jarnac sino al 1966, anno in cui François Laporte-Bisquit vendette l’azienda al gruppo Ricard che possedeva già da tempo la distilleria di Lignières a Rouillac.
Quella di Lignières è la distilleria più grande di tutta la Charente potendo contare diverse dozzine di alambicchi.
Paul Ricard, dopo questa acquisizione, volle applicare i metodi che gli avevano consentito il successo in altre aziende anche a Bisquit, ma i risultati non gli diedero mai ragione tant’è che la stampa nazionale si accanì violentemente contro di lui e i suoi metodi.

COGNAC BISQUIT *** E. GIACCONE COLLECTION VENTENNALE WHISKYTECA GARTEN 1958 - 1978 DECANTER LT. 0,5 FERRARETTO IMPORT

Il grande valore di questa bottiglia non stà tanto nel contenuto, quanto a chi è appartenuta e alla storia che racchiude in se'.
Stiamo infatti considerando una delle 940 bottiglie commemorative di Cognac Bisquit *** prodotte in occasione del Ventennale della Whiskyteca Garten di E. Giaccone Salò 1958 - 1978.
Edoardo Giaccone, detto il baffo di Salò è stato sicuramente il primo ed uno dei più grandi collezionisti e selezionatori italiani di distillati mai esistito.
Nei suoi bar di Salò e Porto Cervo fu custodita una della più grandi collezioni di Whisky e distillati di tutti i tempi. Veri pezzi da 90 che alla sua scomparsa furono dispersi tra i vari collezionisti di tutto il mondo.
Ogni tanto qualche esemplare ricompare miracolosamente sul mercato. Questo, ne è un esempio.
La bottiglia si presenta come un Decanter da mezzo litro.
Il tappo è in metallo a vite.
La gradazione alcoolica titola il 40% Vol.
Importatore per l'Italia G. F. Ferraretto & C. srl Milano.
A corredo la splendida scatola sul retro della quale è applicata la grande etichetta dorata con le indicazioni riguardanti il flacone.
Un autentico, raro pezzo da collezione.