Salta al contenuto principale

GAUDENSIUS BLANC DE BLANCS TERRE SICILIANE IGT METODO CLASSICO BRUT FIRRIATO

registrati per vedere il prezzo
Codice: 00000055
Disponibilità:

6

Contenuto:
0,75 lt.
Confezione:
Bottiglia
Località: Italia-Sicilia
Una viticoltura di alta montagna immersa in piena fascia solare.
Un mix di condizioni così particolare che fa della viticoltura dell’Etna un laboratorio naturale al servizio dell’eccellenza.
Su un totale di 50 ettari spalmati sui versanti del quadrante nord del vulcano, con vigneti esposti su ampi terrazzamenti ma anche sui fianchi di antiche sciare di lava, Firriato ha sviluppato un progetto di recupero e di valorizzazione unico in tutto il territorio dell’Etna.
Un vigneto prefillossera, un antico casale con due palmenti seicenteschi, e vigneti che salgono le pendici su altezze variabili, dai 650 sino a oltre i 950 metri sul livello del mare.
I terreni, all’ordine degli andisuoli (l'ordine degli Andisol è uno dei dodici ordini della tassonomia del suolo secondo USDA. L'etimologia deriva dal giapponese an do che significa "suolo nero"), con una concentrazione di silicio superiore al 60%, sono eccezionalmente porosi, e le rocce basaltiche del substrato pedologico garantiscono, col cosiddetto effetto spugna, un costante rifornimento d’acqua alle piante.
Qui, grazie anche alle importanti escursioni termiche tra giorno e notte e all’umidità, il grande valore enologico del vulcano sprigiona tutta la sua silenziosa energia, che si manifesta nei suoi figli prediletti: il Nerello Mascalese, il Nerello Cappuccio, il Catarratto e il Carricante.
È da queste uve che, successivamente, nascono vini eleganti e ricercati come il Gaudensiuns, il cru Cavanera Rovo delle Coturnie e il cru Cavanera Ripa di Scorciavacca.

GAUDENSIUS BLANC DE BLANCS TERRE SICILIANE IGT METODO CLASSICO BRUT FIRRIATO

Il riconoscimento delle qualità di un suolo e l’approfondita conoscenza dell’interazione vigna-territorio sono la chiave di volta del lavoro che Firriato ha portato avanti in tutte le sue tenute.
In special modo, a Cavanera Etnea, dove produce Gaudensius Blanc de Blancs, spumante metodo classico nato dalla vinificazione di Carricante e Chardonnay, uve a bacca bianca.
Le uve di Carricante, endemiche e tipiche dell’Etna, provengono dalla Tenuta di Cavanera Etnea, mentre lo Chardonnay è espressione delle colline di un cru del vigneto di Borgo Guarini, nell’agro trapanese, dove le sue uve si prestano bene a un processo di spumantizzazione al pari delle stesse allevate nella zona della Champagne.
Gaudensius Blanc de blancs, quindi, rappresenta la perfetta sintesi tra due terroir diversi ma appartenenti alla stessa isola.
Colore giallo paglierino dorato.

Al naso è fresco, elegante e complesso con note di frutti bianchi, fiori d’acacia, nocciola, e miele esaltate da ottime note minerali.
Delicato, elegante e concentrato al palato, esprime piacevoli accenni di grande finezza, caratterizzato da un’eccezionale permanenza e da una buona persistenza aromatica.
Si producono mediamente 35.000 bottiglie a stagione.